giovedì 13 ottobre 2016

Cronache dal CRO 2 - È un casino

È passato il chirurgo a parlare dell'intervento.
Per usare un eufemismo, è un casino.

Il nodulo era fermamente attaccato all'osso e l'ha infiltrato. Hanno rimosso il periostio, la membrana che ricopre l'osso, ed è risultato positivo all'esame istologico.
Ora posso solo sperare che la radioterapia intraoperatoria sia stata efficace e abbia ripulito le cellule tumorali dell'osso. Altrimenti, ci sono buone probabilità che sia questo cancro a uccidermi, non il prossimo.

Mi hanno dovuto staccare anche uno dei muscoli adduttori, ecco spiegata la ferita lunga, ma la funzionalità della gamba non sembra troppo compromessa.
Ho il sospetto che dopo i danni ai nervi dovuti alla radioterapia di nove anni fa, che inizialmente mi avevano ridotto le capacità di movimento proprio degli adduttori, la muscolatura circostante abbia imparato a compensare le carenze di quei muscoli e forse non sentirò troppo la mancanza di quello rimosso. Però potrei anche vincere il tagliando per gli invalidi e un parcheggio riservato vicino all'ufficio.

Non ho chiesto notizie del gluteo.
So che eravate curiosi, ma in quel momento avevo già abbastanza cattive notizie da mandare giù.
Suppongo però che dopo aver visto la situazione dell'inguine, non abbiano nemmeno preso in considerazione di intervenire anche altrove.

Intanto continua l'idillio post-operatorio. Davvero, se non ci siete passati non potete capire quale sollievo sia non avere tubi nel naso né nel collo e potersi già girare sul fianco, bere (acqua e quella cosa che qui chiamano tè), mangiare (ben due fette biscottate!), parlare, tossire...
Probabilmente oggi non mi lasceranno ancora alzare, per evitare carichi sulla zona tagliata-spolpata-irradiata-massacrata, ma io sto già di lusso così.
E sono ancora felicemente sola in camera.

12 commenti:

  1. Ehi mia! Mi pare che lo spirito sia quello giusto. ..o meglio sia quello tuo che ti caratterizza. Io al posto tuo non credo proprio sarei così. ..fortunatamente non mi ci sono,al momento,mai trovato se non indirettamente, e quindi sarebbe tutto da vedere. ..ma come te credo mai. Ho letto. Che posso dirti, nulla non serve nulla. Ti mando un forte abbraccio e un augurio che tu possa rientrare al più presto in via antinori! Un bacio

    RispondiElimina
  2. un super abbraccio!!!
    (e considera che io non riesco a stare decentemente su un fianco dal 3 dicembre 2015... e mi sa che non potrò più... come mi manca sta cosa!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terribile, non oso nemmeno pensarci.
      Un bacione!

      Elimina
  3. Cara Mia, leggo tutto d'un fiato...Spero davvero tanto che la radioterapia abbia fatto il suo dovere. Goditi l'idillio e da qui continuo a fare un enorme tifo per te!!!

    RispondiElimina
  4. Sei speciale. E' risaputo. Ti sono vicinissima. Un abbraccio forte.

    Lina

    RispondiElimina
  5. Cara Mia,ero in attesa trepidante di tue notizie. E lo sono ancora, spero che tutto sia andato e vada per il meglio... Noi facciamo il tifo per te. Tieniti aggiornati! I tuoi affezionati lettori.
    A.

    RispondiElimina
  6. Mi unisco di cuore al tifo!!!

    Elisa

    RispondiElimina
  7. Ti abbraccio forte, e come gli altri qui sopra faccio il tifo.
    Anna

    RispondiElimina
  8. Sending you heaps of love, with a big warm hug.
    You're so brave, my dear Mia, spirited and full of spunk! Being able to go through this last surgery and chronicle its details with your usual flair and liveliness is beyond amazing, and it's so much YOU! You inspire me to no end and I love you very much. Relieved to know that you managed to do without tubes inserted in your nose and neck, but very sorry to learn that the surgery has revealed what it did. Clearly, what's behind the curb now is unknown and no specialist can tell you how your body will react this time around. But we know that you have all the inner strength this battle will demand of you, my dear, and that you have the calmness and clarity to see through its clouds of uncertainty. Throughout your previous battles, you've been fighting heavy weights with lightness, grace, and a delightful disposition. And you will get through this one too in the same way, if not better, because a rough sea can only teach us how to sail better. I can see your sails: they're beautiful, strong, and life-affirming. I trust your thinking and admire the way you navigate life. I wish I were close by to visit you and give you real hugs and TLC. Please be patient with your post-operative recovery period.... take it one hour at a time. xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I feel your hugs as if you were here, dear!

      Elimina