Lista dei desideri

Premessa
Per esigenze di manutenzione, ho trasferito in un'altra pagina i Sogni con la "S" maiuscola, quelli forse irrealizzabili e sicuramente troppo costosi per poterli ricevere in regalo. Nell'elenco che segue troverete, molto alla rinfusa, un sacco di cose che desidero (per facilitarvi la vita le evidenzio in giallo), ma anche alcune (evidenziate in rosso) da cui è meglio stare alla larga, perché molto probabilmente non le apprezzerei ed altre (con sfondo arancio) che utilizzo così poco che sarebbero sprecate. Cercherò di tenerlo aggiornato, spuntando i (pochi) desideri che riuscirò ad realizzare ed aggiungendo i (tanti) nuovi desideri che nasceranno. Naturalmente la lista dei desideri è solo un suggerimento, ognuno è libero di regalare ciò che preferisce: alcuni dei regali più belli che ho ricevuto nella mia vita erano cose totalmente inaspettate, a cui non avevo mai pensato. Ah, se per caso qualcuno si aspetta di trovare nella mia lista qualcosa di semplice, tipo un mazzo di fiori... be', avete ancora molto da imparare su di me!

Last minute

Mi serve una fascia per capelli da doccia, quelle elastiche, solitamente di spugna che servono per tenere sollevati i capelli quando si fa la doccia oppure ci si trucca. Meglio ancora se c'è anche la manopola coordinata.

Abbiamo dovuto defenestrare il tappeto della cucina dopo che Aki l'aveva utilizzato come scannatoio per una pantegana. Mi serve una corsia lunga (240 - 300 cm) e stretta (50/60 cm), in colori caldi (arancio, giallo, tabacco, bordeaux). Da evitare quelle con il fondo interamente gommato, che si rovina molto con il lavaggio.

 

Mi farebbero comodo un po' di applicatori per ombretto, quelli con l'estremità di spugna o gommapiuma, in modo da averne uno per ogni colore.
Un'oliera spray mi sarebbe di aiuto quando devo utilizzare una piccola quantità di olio, ma ben distribuita, ad esempio per fare le chips di zucchine al forno.



Libri
Leggere è da sempre il mio passatempo preferito: adoro i libri, il profumo delle pagine stampate, la sensazione della carta sotto le dita e soprattutto la loro straordinaria capacità di aprire porte su mondi nuovi e storie fantastiche.
Si potrebbe pensare quindi di andare sul sicuro regalandomi un libro, ma non è proprio così.
Innanzitutto, io possiedo già parecchie centinaia di libri, quindi c'è sempre il rischio dei doppioni. Bisogna anche tenere presente che amare i libri non significa amare tutti i libri.
Fondamentalmente, leggo per divertirmi: per me, niente tomi di filosofia o di esegesi biblica e neppure trattati esoterici né testi di fisica nucleare. Da evitare anche psicologia, religione, spiritualità, astrologia e storia. Insomma, lasciate perdere i saggi.
Spazio volentieri tra vari generi letterari, ma sempre nell'ambito del romanzo. Ho una predilezione per fantasy, thriller e gialli, ma apprezzo anche romanzi d'avventura, storici, fantascienza, narrativa contemporanea... Un po' di tutto. Anzi no: i romanzi rosa lasciateli in libreria.
Anche se ho delimitato un po' il campo, mi rendo conto che è un po' poco per aiutare nella scelta. Ecco allora qualche suggerimento concreto.
Nota importante: non è indispensabile che i libri siano di carta, vanno bene - anzi, meglio - anche gli ebook (formato EPUB, non Kindle)!

Ho letto alcuni libri di Andrea Vitali e ne ho apprezzato la prosa garbata e piacevolissima. Ci sono altri suoi romanzi che mi piacerebbe leggere, meglio se in ebook.
Olive comprese
Un bel sogno d'amore
Una finestra vistalago
Un amore di zitella
Almeno il cappello
Quattro sberle benedette
La figlia del podestà

Eroi dell'olimpo 3 - Il marchio di Atena di Rick Riordan (rilegato con copertina rigida perché ho già i precedenti nello stesso formato)

Sto completando la saga, mi mancano gli ultimi volumi, assolutamente in ebook (si trovano su Kobo):
Outlander - Destini incrociati (#12
Outlander - Il prezzo della vittoria (#13)
Outlander - Legami di sangue (#14)
Outlander - Prigioniero di nessuno (#15)

Adoro i libri di Harry Potter. Mi piacciono le storie, i personaggi, l'ambientazione, lo stile di scrittura... tutto. Naturalmente ho la serie completa di carta, ma non mi dispiacerebbe avere anche la saga completa di Harry Potter in formato ebook.
Della stessa autrice, J. K. Rowling, mi manca invece Gli animali fantastici: dove trovarli, ma temo che il volume originale non sia più in commercio.

Per la casa
Come regola generale, evitate di regalarmi oggetti privi di utilità pratica, dalle qualità decorative più o meno discutibili e destinati fondamentalmente a raccogliere polvere. In sostanza: lasciate perdere i soprammobili. 
Con un paio di significative eccezioni.

Casette Lilliput Lane
Le casette Lilliput Lane sono riproduzioni di cottage britannici particolarmente graziosi, realizzate in edizioni limitate, con una straordinaria cura per i dettagli, ed interamente dipinte a mano.
 
La mia collezione, iniziata negli anni '80, si è arricchita via via fino ad arrivare ad una ventina di pezzi, che magari possono anche sembrare pochi, ma soltanto a chi non sa quanto costano.
Alcune le ho ricevute in regalo, altre me le sono comperate con i miei risparmi, in particolare nel periodo universitario, quando tenevo da parte tutte le monete da 500 lire che mi capitavano a tiro e appena arrivavo a riempire il salvadanaio (ne avevo uno carinissimo, che si chiamava "soldometro" e aveva una griglia graduata per tenere sotto controllo il livello delle monete), le usavo per farmi un regalo speciale. Vi lascio immaginare la gioia delle commesse che mi vedevano arrivare con centomila lire in monete da 500...
Una decina d'anni fa, la mia collezione si è interrotta, non perché me ne fossi stancata, ma solo perché non sono più riuscita a trovare negozi che vendessero Lilliput Lane. Un po' per volta, i rivenditori hanno smesso di tenere le casette, probabilmente costavano troppo e non avevano mercato. Se però riuscite a trovarne ancora qualcuna in giro (ho scoperto da poco che ce ne sono in abbondanza su Amazon)... Attenzione però: niente imitazioni, solo Lilliput Lane originali!
Disney Traditions
Le Disney Traditions sono statuine in resina realizzate partendo da modelli originali di Jim Shore che riproducono i personaggi dei cartoni Disney.
 

Nel 2012 a Disneyland Paris mi sono comperata Bambi e Dotto: ne mancano ancora tantissimi!

Asciugamani
Gli ultimi risalenti al periodo universitario stanno ormai tirando le cuoia e anche quelli comperati quando ho preso casa, dieci anni fa, mostrano ormai segni di usura. È ora di rimpinguare un po' le scorte.
Niente lino né pizzi, solo semplice spugna di cotone, morbida e assorbente, dimensione più o meno 100x50, nei colori caldi del giallo, arancio, terracotta, bordeaux e marrone, che sono i colori dei due bagni del primo piano.

Per il bagno al piano terra, che è bianco e grigio, vanno benissimo viola, grigio scuro o porpora, mentre le piastrelle color sabbia e il mobile in wenghè della lavanderia si armonizzeranno bene con i toni neutri del beige e tortora.

Per favore, niente asciugamani verdi!



Porta CD Aspettate prima di dire "questo è facile"...
Possiedo già diversi contenitori in legno porta CD, che svolgono egregiamente il loro compito.
Solo che questi hanno le guide laterali che non consentono di inserire CD doppi o tripli né quelli con custodie di formati strani o i cofanetti. Mi servirebbe quindi un contenitore semplicissimo, in legno nero (per abbinarsi a quelli che ho già) o color ciliegio chiaro (per abbinarsi ai mobili dello studio), che abbia scomparti di altezza adeguata per i CD, ma senza guide, tipo questo:


Da evitare
Mi raccomando, niente profumatori per ambienti, incensi e Arbre Magique. Non importa quanto sia buono il loro profumo, a me danno la nausea. E provocare nausea a una che ha fatto chemioterapia non è per niente una bella cosa.
Oggetti in argento. Che siano gioielli, posate, soprammobili o vassoi, lasciate perdere. L'argento non mi piace: annerisce, ha un cattivo odore e un pessimo sapore.


Per la cucina
Ormai lo sapete, la cucina è il mio regno. E mi piace avere molti sudditi e servitori...

Coltello in ceramica
I coltelli da cucina in ceramica hanno una qualità davvero ottima: tagliano straordinariamente bene e mantengono l'affilatura a lungo, che non è poco, trattandosi di coltelli. Si dice anche che la lama in ceramica, a differenza di quelle metalliche, non provochi effetti di ossidazione su frutta e verdura, ma pare che si tratti di una leggenda metropolitana. Qualche tempo fa ho fatto un investimento e me ne sono comperata uno: meraviglioso! Ora però il mio coltello si sente solo e vorrebbe un fratello maggiore, un po' più lungo. Più precisamente, un Kyocera FK-180-BK, con lama nera da 18cm.
Ho scoperto che esiste un aggeggio affilacoltelli in ceramica e il mio Kyocera dopo alcuni anni di onorato servizio inizia ad averne bisogno.

Pentola antiaderente GRANDE Ho bisogno di una casseruola con due manici grande, per cuocere il ragù. E quando preparo il ragù, io ci metto più o meno tre chili di carne, tre litri di salsa di pomodoro più tutte le verdure del soffritto, quindi se dico grande, intendo con una capienza di almeno 9 litri, magari anche dodici (diametro 26 o 32). Con pareti e fondo spessi e un bel rivestimento a prova di graffio.

Kenwood & Co.
Ho già parlato sul blog del mio adorato Ken; lo amo, lo adoro, non posso fare a meno di lui.
A meno che... qualcuno non mi regali il suo fratello maggiore, il Kenwood Cooking Chef, che fa tutte le stesse cose, ma in più è in grado anche di cuocere. Ve la immaginate la bechamel che si prepara da sola, senza bisogno di mescolare?

Obiettivo troppo ambizioso? Ok, mi accontento anche di qualche accessorio per quello che ho già. Tanto sono tutti compatibili, se un domani arrivasse il Cooking...

Accessorio tagliaverdure: se è facile da lavare, ci metto la firma!

Stampi per torte Gli stampi sagomati sono divertenti, ma in questo momento me ne servirebbe uno più classico - stampo quadrato o rettangolare grande (30x30cm o giù di lì), con bordo alto 8 o 10cm e angoli a 90°, per fare il pan di spagna quando ho tanti ospiti; so che ne esistono anche di meravigliosi con il fondo sollevabile, per sformare la torta senza romperla... E no, non vanno bene le classiche teglie da lasagne, altrimenti non l'avrei chiesto: sono troppo piccole e hanno gli angoli arrotondati.

Centrifuga o estrattore di succhi
Da quanto ho letto, dal punto di vista nutrizionale non c'è molta differenza tra i due, purché siano di ottima qualità, quindi scegliete quello più facile da pulire.


Film in Blu Ray o DVD
Non sono una cinefila nel senso tradizionale del termine: non passo i pomeriggi al cineforum ad esaltarmi davanti a un classico del muto e in linea di massima, i film osannati dalla critica e dagli intellettuali, quelli che vincono premi in concorsi e festival "culturalmente elevati", mi risultano noiosi, a volte addirittura incomprensibili.
Di solito mi accontento di cose più semplici, come i libri, anche i film per me sono semplicemente uno strumento d'evasione. Senza esagerare però: lasciamo perdere cinepanettoni, film comici e surreali. E anche quelli violenti, sanguinolenti e inquietanti. Ok? Anche per i film, ecco qualche suggerimento per i DVD oppure, ancora meglio, Blu Ray.

Il Piccolo Principe: mancato al cinema anche questo e molto curiosa di vedere se riesce a rendere, almeno un po', la magia del libro.

Outlander stagioni 1 e 2: sto completando la lettura dei libri e la trasposizione cinematografica è molto fedele
  


Abbigliamento
Regalare capi d'abbigliamento ad una persona della mia stazza è un rischio notevole, perché ci sono ottime probabilità di sbagliare taglia. Per capirci: se mi regalate un capo troppo piccolo dicendo "Ma tu hai al massimo una 48!", posso apprezzare l'idea di essere una falsa magra, ma non il regalo.
Io non entro in una 48 nemmeno se prima mi passate con WinZip. Analogamente, non entro in una L. Spesso nemmeno in una XL. C'è anche da considerare che le taglie possono variare parecchio da una marca all'altra, per cui beccare il capo giusto senza provarlo è un po' come fare quattro al SuperEnalotto: può succedere, ma le probabilità sono decisamente contrarie.

C'è poi la questione del gusto.
Lo sapete, io non dedico molta attenzione al mio aspetto e non seguo la moda. Questo però non significa che sia disposta ad indossare qualunque cosa.
Per esempio, mai e poi mai capi di lana. Mi pizzica ferocemente, non c'è niente da fare, non riesco proprio a portarla, non resisto nemmeno cinque minuti se ce l'ho a contatto con la pelle. Posso sopravvivere al cachemire, ma l'idea di avere addosso un capo d'abbigliamento che vale uno stipendio mi imbarazza. E poi non si può mettere in lavatrice, quindi lasciate perdere.

Cose con pizzi, merletti, volant e fiorellini. Cioè, mi avete guardata bene? Vi pare che potrei andare in giro conciata come una bomboniera gigante?
Cose leopardate, zebrate, serpentate... Lasciamole ai leopardi, alle zebre e ai serpenti, va'...
Cose rosa. Non ho niente contro il rosa, (ok, quasi niente...) solo che fa a pugni con la mia carnagione.
Pantaloni a vita bassa: forse possono stare bene a chi ha un fisico da modella, a me no di sicuro, fanno debordare la ciccia. E sono pure scomodi.
Pantaloni con il fondo svasato: le mie gambe sono molto larghe in alto e un po' meno in basso. I miei pantaloni devono seguire la stessa regola.

Comunque, se il pericolo è il vostro mestiere e volete cimentarvi con l'impresa, sappiate che io porto all'incirca una taglia 54 nella parte superiore (maglie, giacche, giubbotti) e una 52 nella parte inferiore (pantaloni e gonne). E adesso provate a trovarmi un tailleur...
In realtà ci sarebbero alcuni capi d'abbigliamento che mi servono e gradirei molto.

Ho bisogno di un altro pigiama invernale. Uno era già arrivato, ma adesso ne ho due che hanno raggiunto un'età più che veneranda e stanno cedendo. Deve essere caldo, morbido, comodo e abbondante. E possibilmente di cotone e simpatico. Dite che un capo di questo genere è nemico dell'erotismo? Non è un problema vostro...
  


Reggiseni: prima di lanciarvi ad immaginare deliziose lingerie di Victoria's Secret, considerate che quelle graziose cosine di pizzo e seta "reggono" ben poco, ben che vada coprono. Fate mente locale sulla mia stazza e vi renderete conto che nel mio caso non reggerebbero né coprirebbero niente: a me serve un lenzuolo per coprire e una gru per sostenere. Un buon prodotto, che realizza un ragionevole compromesso tra funzionalità, estetica e comodità è il modello Aerelle 5404 di Anita, taglia 105E, bianco oppure nero.



Mi farebbe comodo qualche felpa pesante o maglia in pile, però cose carine, non la solita tinta unita. Alla fine degli anni '90 avevo comprato alcune maglie in pile della Invicta molto belle, stampate con motivi astratti o immagini di animali, ma ormai mostrano i segni dell'età e non ho più trovato niente di simile.
Avevo comprato alcune felpe e pile anche a Disneyland, ma le ho utilizzate talmente tanto che tra poco non saranno più presentabili. Come per i pigiami, anche per le maglie le parole d'ordine sono: calda, comoda, morbida e abbondante; meglio se anche lunga, da portare sopra i leggings. Niente cosucce striminzite, leggere o aderenti: lasciatele a chi ha meno chili e meno freddo di me.
   

Cibo
Molti ritengono che un regalo sia qualcosa che deve durare nel tempo. Per me, non è affatto indispensabile: credo che deva essere una cosa gradita, punto.
Dal mio punto di vista quindi il cibo è un ottimo regalo, sia sotto forma di prodotti alimentari, sia di buoni-pizza o buoni-cena.

Mozzarelle e burrate: di mucca o di bufala, in bocconcini, trecce, bocce giganti, ovoline... va bene tutto, purché siano fresche. Prima o poi devo riuscire a fare un esperimento: mangiarne a sazietà. Non ci sono ancora riuscita, ne mangerei sempre ancora un po' ma mi trattengo per questioni di calorie e colesterolo. Oppure, più spesso, perché non ce n'è più.

becchi di Toffolo: se non li conoscete, vi manca una delle gioie della vita. Sono una specialità di una pasticceria locale: cornetti di pasta frolla ripieni di crema pasticcera e con un'estremità ricoperta di cioccolato: pura libidine. Come per le mozzarelle e burrate, prima o poi devo mettermi davanti ad un vassoio pieno e mangiare tutte quelle che desidero, fino a togliermi la voglia. Ma dovrà essere un vassoio molto grande...

Cesti di frutta o di verdura: sono buoni, sono belli e fanno bene. Cosa chiedere di più? Compatibilmente con la stagione, apprezzo in particolare ciliegie, fragole, radicchio di Treviso, arance, carciofi, pesche, pomidoro, mele red delicious, lattuga gentile, cavolfiore, zucchine, melograni, ananas, banane, mirtilli e lamponi.

Legumi e cereali: ceci, fagioli di ogni genere, lenticchie, fave, piselli, soia, farro, orzo, riso. Freschi, secchi, in scatola o surgelati, purché senza additivi o conservanti.

Spezie, erbe e semi: sesamo, papavero, cumino, coriandolo, curcuma, curry, paprika, pepe bianco, verde o rosa, cannella, basilico, origano, prezzemolo, finocchio, noce moscata, peperoncino, zenzero. Tenete presente che non si tratta di cose che uso a chili, una confezione mi dura parecchi mesi e non è il caso di esagerare.

Tartufo: da solo costa un botto, ma si può gustare a prezzi più abbordabili quando viene utilizzato per aromatizzare salumi (mortadella o salame), formaggi o condimenti (olio, burro).

Cremini e gianduiotti: anche se non sono particolarmente golosa di cioccolato, a questi fatico a resistere. Ma solo a questi, lasciate perdere gli altri.

Cose sfiziose e prodotti tipici: olio extra vergine di oliva pugliese, toscano o umbro, pomodori secchi, olive, taralli, parmigiano reggiano, funghi secchi, pasta fresca, tortelli e ravioli, gnocchi, canederli, salumi, formaggi e chi più ne ha, più ne metta!


Da evitare:
- alcolici e cibi che li contengono, incluse torte con bagna al liquore, zabaione, frutta sotto spirito...
- caffè e cibi che lo contengano, incluso il tiramisù classico (vanno bene invece quelli alla frutta)
- canditi e frutta essiccata
- uvetta
- kiwi
- trippe
- verze e cappucci
- amaretti
- pasta di mandorle
- carni ovine: agnello, capretto, montone
- carne di coniglio o lepre
- yogurt dolce
- caramelle
- meringhe
- datteri
- fichi secchi
- croccanti, mandorlati e torroni
- gelato al limone
- M&M's
- marshmallow
- Emmenthaler e groviera

Occasionalmente posso gradirli, a piccole dosi, ma di certo non vale la pena di regalarmeli:
miele
marmellata
carne
pesce


Accessori
Non li uso molto, ma qualcuno mi intriga.

Orologio Rado
Possiedo tutti gli orologi che mi servono, averne uno in più sarebbe solo un capriccio. Ma i regali servono proprio a quello, no? Comunque sarebbe un capriccio decisamente costoso!
 

Borsa Licorne
Non sono appassionata di borse, ma sono appassionata Disney, e quando ho visto queste...

      
(Ne voglio una sola, eh? Non tutte!)


Cura della persona
Non sono una che si cura molto della propria persona, quindi in linea di massima qualsiasi regalo in questo ambito è sprecato, perché lo userei talmente poco che proprio non ne vale la pena.

Prodotti per il trucco: non mi trucco spesso e utilizzo pochi prodotti, difficile trovare qualcosa che mi serva davvero.
- Creme varie: le uso poco, praticamente solo quando la pelle è così disidratata da invocarle a gran voce.
Bagnoschiuma e docciaschiuma: mi lavo, eh! Non sono zozza, faccio la doccia ogni giorno, ma la mia pelle li tollera a fatica, posso utilizzarli solo una volta ogni tanto, ormai mi lavo quasi solo con il sapone di marsiglia.
Profumi: non c'è niente da fare, mi dimentico di usarli, probabilmente sarò ultracentenaria prima di finire quelli che ho già.
Gioielli: mi piace l'oro e anche le pietre preziose (non sono del tutto anormale!), però fondamentalmente ho già tutto quello che mi serve: anelli, braccialetti, orecchini, collane, cavigliera. Se ne arrivasse qualche altro non lo butterei via, ma sicuramente ci sono cose che gradisco di più.

Da evitare
Ricordatevi che non sopporto tutto ciò che profuma di lavanda, violetta, rosa o limone. Ho dei problemi anche con i prodotti alle mandorle, perché mi è capitato di utilizzarli quando ho avuto mal di mare e la memoria olfattiva non perdona: ogni volta che risento quel profumo, mi torna la nausea.


Varie ed eventuali

Pastelli acquerellabili per divertirmi con i libri da colorare.
Al top di gamma ci sono i Derwent Watercolour, molto utilizzati nelle Accademie di Belle Arti
Ottimi anche i Faber Castell Albrecht Durer
E naturalmente gli intramontabili Caran d'Ache con le linee Prismalo, a mina dura, oppure  Supracolor, a mina morbida.


Per un utilizzo da dilettante, come il mio, sono adatti anche gli Stabilo Aquacolor.

Una categoria a parte è quella dei Derwent Inktense, pastelli di qualità professionale che quando vengono inumiditi intensificano il proprio colore.



Pins Disney. Le pins sono quelle deliziose spilline metalliche che vendono praticamente in tutti i negozi di Disneyland; credo che qualcuna si trovi anche nei Disney Store. Ce ne sono di ogni genere, da quelle classiche con i personaggi dei fumetti o dei cartoni animati, alle serie speciali in edizione limitate, e hanno generato un vero e proprio esercito di appassionati collezionisti che le acquistano e le scambiano.

Io sono riuscita a resistere alla tentazione durante le prime due visite a Disneyland; alla terza ne ho comprate sei o sette. Al ritorno dalla quarta visita ho dovuto comperare una bacheca per esporle e sono arrivata ad acquistare da un venditore americano su eBay quella che mi mancava per completare una serie in edizione limitata e numerata.
Certo la mia collezione è assolutamente modesta rispetto a quelle dei veri appassionati, ma non vedo l'ora di incrementarla!


Ancora indecisi?
Trovate altre idee qui.




Grazie per... (regali già ricevuti)
Grazie a Laura Giancarlo Claudia, Luca, Maria e Sergio per l'accappatoio: ARRIVATO!

Grazie a Fiorella per il meraviglioso Disney Traditions natalizio: ARRIVATO!

Grazie a Laura Giancarlo Claudia, Luca, Maria e Sergio per gli stampi per dolci a forma di gatto: ARRIVATI!
Grazie a Irma per la sciarpa supercaldomorbidosa: ARRIVATA!
Grazie a Roberta per Trilli e la creatura leggendaria: ARRIVATO!
Grazie a Roberta per Hyperversum Next: ARRIVATO!

Grazie a Laura Giancarlo Claudia, Luca, Maria e Sergio per lo spremiagrumi Kenwood e La scala urlante: ARRIVATI!

Grazie a Sara per la gymball da 65 cm! 
Quando mi si è bloccata la schiena, l'estate scorsa, un'amica mi ha prestato il suo pallone da ginnastica ed è stato utilissimo, una vera benedizione.


Grazie a Renato per il tabletARRIVATO! (Non è arrivato l'I-Pad, ma un Samsung GalaxyTab, che va benissimo lo stesso e mi ha permesso di capire che un tablet serve per giocare a Ruzzle!)

Grazie a Renato, Chiara e Andrea per l'e-reader Kobo: ARRIVATO!


Grazie a Roberta e Dario per L'era glaciale 4!


Grazie a Laura, Giancarlo, Claudia e Luca per gli asciugamani giallo, arancione e marrone e per Il calice della vita di Glenn Cooper: ARRIVATO!
Grazie a Irma per Come un petalo bianco d'estateARRIVATO!
Grazie a Roberta, Dario e Matilde per i coloranti e i pennarelli alimentari ARRIVATI!
  

Grazie a Claudia, Luca, Laura, Giancarlo, Maria e Sergio per le sac-a-poche monouso (e grazie anche alle mie zie!), lo stampo a forma di libro e il neti-pot : ARRIVATI!
    
 

Grazie a Nello e Anna per il pigiamone Disney: ARRIVATO!


Grazie a Cristina per i prodotti da bagno Lush: ARRIVATI!

Grazie alle mie zie per l'agenda: ARRIVATA!

Grazie ad Augusta per E l'eco rispose di Khaled Hosseini e Fai bei sogni di Massimo Gramellini: ARRIVATI!
 

Grazie a Laura Giancarlo Claudia, Luca, Maria e Sergio per il set di stampi rotondi con bordo alto per fare le torte a più piani: ARRIVATI!
Grazie a Lina per Il signore degli incantesimi di Marcus Heitz : ARRIVATO!

Grazie a Irma per Sarò la tua ombra di Jeffery Deaver: ARRIVATO!

Grazie a Laura Giancarlo Claudia, Luca, Maria e Sergio per L'uomo del sole di Jeffery Deaver: ARRIVATO!

Grazie a Roberta per Diario di spezieARRIVATO!

Grazie a Ziacris per L'occhio dell'inferno e La viaggiatrice di OARRIVATI!
 

Grazie a Irma per Le storie perdute - Cronache del mondo emerso: ARRIVATO!

Grazie a Laura Giancarlo Claudia, Luca per il set di stampi per la casetta di pan di zenzero: 
ARRIVATO!

Grazie a Laura, Giancarlo, Claudia, Luca Sergio e Maria per il phon con diffusore: ARRIVATO!


Grazie a Laura, Giancarlo, Claudia, Luca Sergio e Maria per il CD di Adele, 25: ARRIVATO!

Grazie a Laura, Giancarlo, Claudia, Luca Sergio e Maria per I giorni dell'eternità - The century trilogy 3 di Ken Follett: ARRIVATO!

Grazie a Isabella per il portapenne con gatto: ARRIVATO!

Grazie a Roberta, Dario e Matilde per Trilli e il segreto delle ali: ARRIVATO!


7 commenti:

  1. ....ho preso buona nota.....
    Con l'augurio si realizzino tutti (come dici Tu, sognare non costa nulla......)...diciamo che al termine del tour casalingo, tra il cibo, le nuotate in piscina, dentro e fuori, la palestra, il flipper, le corse con i cani nel parco....ho dovuto riprendere un attimo il fiato.
    Ma Mia, che bella questa lista, davvero (....a parte il tè....). rita

    RispondiElimina
  2. anch' io ho compiuto gli anni da poco e ho una storia simile alla tua. che simpatico il tuo blog! da oggi mi avrai tra le tue lettrici.d.

    RispondiElimina
  3. trilly e il segreto delle ali è molto molto carino!

    RispondiElimina
  4. Ciao Mia,
    sono anni che silentemente ti segue e non mi ero mai presa la briga di leggere questa pagina.
    Sono un'appassionata di Harry Potter e una collezionasta a tempo perso di libri della saga, e ho visto che ti manca il libro animali fantastici dove trovarli, ecco se ti riferisci al libriccino verde uscito almeno una decina di anni fa io ne ho due e se volessi mi farebbe molto piacere mandartelo :)
    Buona giornata!
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììììììì, è proprio quello! Ormai è introvabile in libreria, sarei felicissima di averlo.

      Elimina
  5. E io sarei felicissima di mandartelo :)
    Ti mando una mail cosi' mi puoi madare il tuo indirizzo ;)
    PS scusa gli accenti fatti con gli apostrofi ma le tastiere inglesi non sono accento-munite

    RispondiElimina