venerdì 27 luglio 2012

Aspettando le Olimpiadi

Stasera ci sarà la cerimonia inaugurale della XXX Olimpiade e nelle prossime due settimane io passerò un sacco di tempo incollata davanti alla TV a guardare le gare.
"E allora?Direte voi. O magari qualcuno dirà "Ma non hai proprio niente di meglio da fare?".
No. Quest'anno non possiamo andare in ferie, ma ci guardiamo le Olimpiadi, seguendo un po' di tutto, esclusi il calcio (che ormai non considero più uno sport, ma solo un gigantesco - e sporco - business), il pugilato e poche altre discipline che non mi interessano.

A me le Olimpiadi sono sempre piaciute.
Ricordo ancora il salto d'oro di Sara Simeoni a Mosca 1980, la prima volta che ho sentito nominare il pentatlon a Los Angeles 1984 con Daniele Masala, Gelindo Bordin che entrava da vincitore della maratona allo stadio di Seul nel 1988. E poi gli Abbagnale, Giovanna Trillini, Valentina Vezzali e la squadra di fioretto femminile in tante edizioni. Ma anche i trionfatori degli sport invernali, da Maurilio de Zolt e Manuela Di Centa a Deborah Compagnoni ed Armin Zöggeler.
Tanti grandi atleti, tante gare appassionanti.

Sapete perché per me è così importante guardare anche le gare di Londra 2012?
Perché nel 2006, quando ho ricevuto la prima diagnosi di cancro, quel referto istologico che diceva chiaramente maligno e molto cattivo (grado 3 in una scala da 1 a 3), pensavo che forse mi restavano pochi mesi di vita, che forse non avrei visto un'altra primavera, che forse non avrei visto un'altra Olimpiade. E mi dispiaceva parecchio.
Invece le ho viste, le Olimpiadi di Pechino. E anche quelle invernali di Vancouver.
E adesso mi guardo queste. E me le godo.

5 commenti:

  1. Ottimo motivo per vedere le olimpiadi!!! E poi piacciono molto pure a me e non vedo l'ora di vedermi i tuffi della Cagnotto!
    Buone olimpiadi
    Vale

    RispondiElimina
  2. anche io le seguirò e anche io ho fatto la stessa considerazione sul fatto che non andando in vacanza, passerò molto tempo davanti alla tv.
    Se le Olimpiadi, come dire, rappresentano per Te una sorta di "traguardo", bè Ti auguro tante e tante e tante Olimpiadi. rita

    RispondiElimina
  3. Io preferisco in assoluto il nuoto! Sono una sportiva io eh? si, dal divano!
    Comunque sappi che la Cagnotto ha le ore contate! La Tata promette bene ;-)
    Goditele queste Olimpiadi!

    RispondiElimina
  4. Ce le godremo assieme, è un appuntamento a cui nessuno in famiglia rinuncia, mai! :D

    RispondiElimina