domenica 19 settembre 2010

Sto migliorando

Stamattina, più di un'ora e mezza di piscina: 70 vasche a nuoto e poi esercizi di apnea per rilassarmi.
E non ho dimenticato a casa niente.

Dopo la piscina sono passata in ospedale a trovare la mamma, che è ancora ricoverata e in attesa di diagnosi.
Io: "Come stai?"
Lei: "Ah, oggi finalmente!"
Io: "Finalmente cosa? Ti hanno detto qualcosa delle analisi?"
Lei: "Analisi? No. A pranzo avevo chiesto gnocchi, invece mi hanno portato i tortellini, buoni però. E poi il pollo, proprio buono."
Con un sorriso da cospiratrice ha aperto l'anta del comodino e ha tirato fuori un pacchettino fatto con i tovaglioli di carta: "L'ho preparato proprio bene, già tagliato: gli piacerà, vedrai come se lo pappa, e sono sicura che si accorge che l'ho mandato io."
Secondo me se n'è accorto: ha spazzolato tutto, si è leccato ben bene i baffi, ha fatto un giretto in giardino, poi è andato ad acciambellarsi sul letto. Della mamma, ovviamente.

5 commenti:

  1. Spettacolo! Tu che stai cominciando a ricordare le cose, la mamma che apprezza la cucina dell'ospedale e il gatto che si lecca i baffi! cosa vuoi di più dalla vita?

    RispondiElimina
  2. C'è un feeling tra i due... :D
    Speriamo torni presto a casa, tua mamma!

    RispondiElimina
  3. Mi piace la tua mamma.
    .....e il micio golosone è fortissimo!!!!!!
    Auguri per tutto
    4 p

    RispondiElimina
  4. Non ci posso credere =))=))
    Sara

    RispondiElimina