sabato 2 febbraio 2013

Questione di poltrone

Ecco, ci siamo.
Mi ero ripromessa di non affrontare questo argomento sul blog, ma quando ci vuole...

Parliamo di poltrone.
Posti conquistati con i più astuti maneggi, simulazioni, imbrogli, prevaricazioni. Passando avanti a chi avrebbe più titoli e più merito, a chi quella poltrona l'ha pagata e la mantiene di tasca propria.
E una volta che ci si piazza sulla poltrona è fatta. Basta. Finito. Nessuno riesce più a cacciarti via, diventa quasi un diritto, quella poltrona.

L'errore è stato all'inizio, quando glielo abbiamo lasciato fare per la prima volta.
Potrei dire che non ci rendevamo conto delle conseguenze, ma non è del tutto vero: il sospetto di come sarebbe andata a finire c'era già, eccome. E infatti...
Non ci sono giustificazioni, non ci sono scuse. E ora ne paghiamo le conseguenze.

Siamo ancora in tempo per cambiare le cose?
Forse sì, se saremo uniti e decisi, capaci di fare una scelta e di portarla fino in fondo.
Ma non so se ne avremo il coraggio, e probabilmente alla fine le cose continueranno ad andare così, come ora.
In fondo, ognuno ha quello che si merita.

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...



11 commenti:

  1. non ci crederai, ma stavolta non mi hai fregata! Nonostante sia l alba di domenica mattina, nonostante il tablet non mi abbia permesso, per dimensioni dello schermo, di vedere subito la foto, ho veramente pensato a Ciccio!
    Che io stia affinando l intuito e' impossibile: sarei un po piu' furba! Forse stai diventando prevedibile, devi cambiare strategia!
    I nostri inseparabili amici, comunque, sono i padroni indiscussi della casa e non hanno mezze misure per farcelo capire: loro usucapiscono!!!
    Ma spesso cedono o dividono volentieri i loro posti (in realta', apprezzo il gesto, ma non amo accovacciarmi sulle mensole!)......
    Infine, loro, non rubano nelle nostre tasche: a differenza di altri bravi, accaparratori di poltrone, meno sornioni e tutt'altro che amorevoli......ma questa e' altra storia.
    Ciccio forever!!!!!
    rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo, ci credo.
      So benissimo che ormai i miei titoli ad effetto non ingannano più nessuno, questo aveva solo lo scopo di spingere il lettore ad interrogarsi su dove sarei andata a parare. Ma se il lettore è gattofilo, la risposta poteva essere una sola!

      Elimina
  2. Bella Ciccio!!!!
    4p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato solo che non ho fatto in tempo a fotografare la scena completa: il Ciccio in poltrona e Renato inginocchiato sul pavimento che scriveva al computer!

      Elimina
  3. Magari tutti gli usurpatori di poltrone fossero così Cicciosi....
    Natalina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questa tornata elettorale ormai è tardi, magari però alla prossima potremmo proporre il Partito del Ciccio!

      Elimina
  4. Come ti capisco! Nausicaa è nera e spalmata sulla poltrona nera diventa invisibile. Mi ci sono seduta sopra un paio di volte e non mi ha parlato per giorni Brutto carattere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei spezzare una lancia in favore di Nausicaa: anch'io non parlerei per giorni a qualcuno che mi si siede sopra! ;oP

      Elimina
  5. ah!ah!ah! fine, molto fine...come va la zampa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va meglio, anche se non benissimo.
      Ora riesce ad appoggiarla e a fare qualche passo, ma copre solo brevi distanze, poi si stende a riposare.
      Ma bisogna tener conto che è anche vecchierello, ormai va per i 15 anni.

      Elimina
  6. Sic, e io rimpiango la riacquisizione del divano da quando Rubino non c'è più :(
    Wide

    RispondiElimina