lunedì 8 aprile 2019

Lasciatemi piangere

Che qualche volta ne ho bisogno, perché stare male è faticoso e io sono tanto stanca.
Che non voglio essere consolata e non voglio che mi si dica "non piangere".
Che non voglio nessuno intorno, solo buio e silenzio.
Che non vorrei far stare male nessuno, ma non posso sempre preoccuparmi degli altri.
Che ho ancora un milione di lacrime da versare per Gandalf che non è tornato e non tornerà.
Che è dura fare un passo avanti e due indietro.
Che le formiche oggi hanno ballato il samba tutto il giorno.
Che la gamba è gonfia e infiammata.
Che la pelle in certi punti è così sensibile che basta il contatto con il lenzuolo per farla bruciare.
Che se stasera ho chiesto un analgesico, un motivo ci sarà.
Che ci mancava solo una nuova frattura del bacino.
Che poi passa, però ogni tanto mi serve anche questo.


7 commenti:

  1. Ti leggo in silenzio, ma oggi ti lascio un abbraccio di parole.

    RispondiElimina
  2. Ti penso, Mia, e non dico niente riguardo alla frattura del bacino senno' divento volgare (e se esiste davvero il ponte dell'arcobaleno, il tuo Gandalf adesso se la sta dando alla pazza gioia con il mio Gizmo, che ci ha lasciati nella notte tra sabato e domenica, inebetiti)
    Ti voglio bene, Michela

    RispondiElimina
  3. E' vero, fa male saperti cosi' sofferente. Mi auguro solo che oggi vada un po' meglio. Anche se- con la nuova frattura al bacino - l'andar meglio forse, va solo inteso come "non sentire dolore".

    RispondiElimina
  4. Piangere non solo è consentito e sacrosanto, ma doveroso. Stai affrontando un percorso durissimo, non puoi chiederti di arrivare in fondo con self-control ed educazione. Piangi e incazzati quando e quanto vuoi Mia, ti abbraccio a distanza, non so nemmeno cosa dire. Gio

    RispondiElimina
  5. Piango anch'io con te
    Daniela

    RispondiElimina
  6. non ho mai scritto niente ma solo letto, fin ora.
    Piangi Mia. Sfogati, senti il tuo dolore fino in fondo. Libera il tuo cuore, lascia andare tutta la sofferenza anche se ti sembrerà di perdere totalmente il controllo. Pure il dolore per Gandalf, lascialo uscire.
    Ti abbraccio piano. Fran

    RispondiElimina