sabato 6 settembre 2014

Dubbi esistenziali della mezza età

A un certo punto della vita cominci a farti domande su argomenti a cui quando eri più giovane non avevi mai dedicato nemmeno un brandello di pensiero. Il tempo che passa ti porta a soffermarti su cose di cui a vent'anni - o anche a trenta - non ti accorgevi nemmeno.
Rendersene conto può essere un trauma:  la chiamano crisi della mezza età.

In ogni fase della vita si affrontano scelte diverse, che al momento sembrano fondamentali e generano ansia e preoccupazioni, ma che spesso più tardi si ricorderanno con tenerezza.
L'importanza di queste scelte aumenta con il tempo, allenandoci ad affrontare via via domande più difficili.
Il neonato non è chiamato a prendere decisioni, lo fa la madre per lui, ma presto inizia ad affrontare le prime scelte: i giochi, le pappe. E poi, crescendo, anche i vestiti da indossare, gli amici da frequentare, lo sport a cui dedicarsi...
I dubbi dell'adolescente riguarderanno la ragazza a cui chiedere di uscire, il locale in cui passare il sabato sera, la scelta della scuola superiore e poi, forse, dell'università...
Poi arriveranno i dubbi sul lavoro, sul mutuo per la casa, sul momento giusto per avere figli, su come educarli...

In ogni momento della vita si guarda con tenerezza ai problemi dei più giovani e quasi con incredulità ai pensieri di chi è più anziano, che sembrano totalmente estranei e pare impossibile che un giorno possano diventare i nostri.
Con il passare degli anni, invece, bisogna rassegnarsi ad affrontarli, ad accettarli come le rughe, i capelli bianchi e gli altri segni del tempo che passa, anche quando sono pensieri pesanti e dubbi opprimenti.

Per esempio: per pulire i sanitari del bagno, è meglio chinarsi e poi avere mal di schiena oppure abbassarsi flettendo le gambe e poi avere male alle ginocchia?


5 commenti:

  1. donna delle pulizie!!!
    s

    RispondiElimina
  2. TRoppoooooo simpatica!!!!!!!! Tutto verissimo, descritto benissimo!
    Io uso per il primo bagno il primo sistema, per il secondo , avendo già mal di schiena uso l'altro modo. Così racimolo un mald di schiena e purealle ginocchia ahahahaha Annamaria

    RispondiElimina
  3. terza opzione: farli pulire a qualcun'altro
    quarta opzione: non pulirli, cambiarli tutte le volte
    ZiaCris

    RispondiElimina
  4. Con l'esempio mi sono messa a ridere, ma perchè rido se è tutto vero.....
    4p

    RispondiElimina